Couperose

Cos’è la couperose?

 

La couperose è una lesione cutanea che si manifesta con la comparsa di macchie rosse sul viso localizzate tra le guance e il naso. 

Il disturbo è originato da una dilatazione eccessiva o una rottura dei vasi capillari. 

Lo sviluppo di questo disturbo si deve alla fragilità e alla perdita di elasticità dei vasi capillari.

La couperose rappresenta l’ultimo stadio di processi infiammatori transitori che si evolvono col tempo verso degli episodi cronici.

 

Inizialmente l’arrossamento del volto si sviluppa in modo saltuario e irregolare, ma con il tempo il disturbo tende a consolidarsi, manifestandosi costantemente. Alle chiazze si aggiunge anche la costante sensazione di calore lungo le zone colpite.

In questo modo, i capillari diventano sempre più fragili e visibili in superficie tanto da determinare i sintomi tipici della couperose.

 

La patologia colpisce in misura maggiore le donne che hanno superato i 30 anni d’età e comunque tutti quei soggetti che presentano una pelle particolarmente chiara e sensibile.

La couperose potrebbe evolversi in forme più gravi, determinando la rosacea, una patologia infiammatoria che colpisce le guance, la fronte e il naso e si manifesta attraverso la comparsa di pustole e teleangectasie (arrossamento permanente).

 

Potrebbero incidere alla comparsa della couperose anche fattori legati allo stile di vita, come il fumo, l’alcol e i cibi speziati e piccanti.

 

Un fattore importantissimo per contrastare la couperose è l’alimentazione: 

in questo senso sono da preferire gli alimenti ricchi di vitamina A e vitamina C (frutti di bosco, kiwi, agrumi), perché favoriscono la circolazione sanguigna. È buona norma proteggere costantemente la pelle dai raggi solari o dagli sbalzi di temperatura attraverso ad esempio delle creme protettive. 

Infine si sconsiglia l’uso di cosmetici aggressivi perché potrebbero danneggiare la pelle favorendo la comparsa della couperose.

Couperose-viso.png