Botulino

Pasted Graphic 7.png

Il botulino è un presidio altamente purificato (deriva da un batterio, il Clostridium botulinum) che in ambito medico-estetico permette di inibire temporaneamente e localmente l’eccessiva contrazione di alcuni muscoli mimici e conseguentemente la formazione di rughe a livello del terzo superiore del volto ovvero fronte, regione sopraccigliare, glabellare e perioculare (zampe di gallina).

Trattasi dunque di rughe cosiddette dinamiche che determinano un aspetto stanco e affaticato soprattutto intorno agli occhi che si aprono meno a causa dell’abbassamento della regione sopraccigliare e dalla presenza di numerose rughe ai lati degli stessi occhi. 

 

Il botulino viene iniettato in piccolissime dosi sottoforma di pomfi che non lasciano alcun segno visibile  mediante una siringa dotata di un ago sottilissimo; non richiede alcun tipo di anestesia essendo praticamente indolore.

Il punto di forza del  trattamento è quella di riconferire agli occhi e soprattutto alle aree limitrofe un aspetto tonico e riposato nascondendo i segni dell’invecchiamento e della fatica.

Il botulino non riempie, dunque, come i filler a base di acido ialuronico, ma consente di avere un’espressione sempre fresca.

 

Un buon utilizzo del botulino, oltre al senso e alla misura estetica del medico in accordo con le aspettative del paziente, mirerà non a cancellare del tutto gli inestetismi del viso ma ad attenuare, a ridurre le troppe rughe che invecchiano il nostro volto.

L’effetto amimico , plastico ed eccessivamente tirato del botulino se vengono rispettati queste regole non si verificherà.